In un settore dove in tanti chiudono, Vito è un imprenditore di successo: svelata la formula

“Vedevo tanti negozi chiudere, poi ho capito dov’era l’errore di tanti commercianti e imprenditori e sono corso ai ripari. Così la mia azienda è cresciuta del 200% in 3 anni”. Vito, imprenditore crispianese, svela il segreto che lo ha fatto diventare leader indiscusso nel suo settore

Ho conosciuto Vito Del Giudice nel 2010, anni in cui la crisi picchiava duro ed in tanti cadevano sotto i colpi di una delle peggiori congiunture economiche che l’Italia e il mondo intero abbiano mai attraversato.

Vito è l’imprenditore di successo, titolare di un’azienda specializzata in sistemi di riscaldamento e condizionamento.
La sua azienda si chiama Climatec ed ha sede a Crispiano, un borgo a 20′ da Taranto, in Puglia.

Nonostante oggi sia un imprenditore di successo, Vito ha mantenuto inalterati i suoi valori quali innanzitutto la famiglia e il profondo rispetto verso i propri collaboratori che, vi assicuro, sono tanti.

Ecco la sua incredibile storia:

Nel 2010 questa crisi dava il peggio di sé.

Le notizie che giravano erano parecchio sconfortanti.

Per non parlare delle politiche governative, perennemente addormentate su se stesse e figlie della più netta incompetenza, nonostante gli alti stipendi, pensioni e privilegi vari.

Insomma, il quadro era sconcertante. Il Governo assente, la gente scura in volto, un pessimismo dilagante e un’incessante catena di chiusure di esercizi commerciali rendevano il momento davvero difficile per tutti.

Vito passava i giorni a riflettere osservando i suoi fatturati che, da qualche tempo, non davano soddisfazione rispetto alla mole di investimenti fatti per migliorare la qualità del servizio e la soddisfazione del cliente.

Fino a qualche anno prima, Vito era un rivenditore di caldaie e climatizzatori a cui associava il classico servizio di assistenza e pronto intervento come già facevano in tanti.

Nel 2008 era sopraggiunta la crisi che ha cambiato profondamente le cose.

Così Vito racconta:

Non si trattava della solita crisi, ma di qualcosa di più, perché questa crisi era anche nostra, non solo una questione finanziaria proveniente dagli USA.

Stava accadendo che facevamo tutti più o meno le stesse cose.

Ovunque andassi e in qualunque settore lavorassi, la maggior parte dei commercianti e degli imprenditori si copiavano a vicenda.

Vendevamo tutti più o meno le stesse cose. E tutti dicevamo le stesse menate, tutti parlavamo di qualità e cortesia. E soprattutto tutti ci facevamo la guerra dei prezzi.

Impossibile andare avanti così.

I giorni correvano veloci uno dopo l’altro e vedevo quei maledetti fatturati precipitare.
I clienti mi chiedevano sempre più sconti. In giro vedevo gente che, pur di vendere, quasi regalava la merce.
Nel frattempo, le scadenze di banche e fornitori non si facevano attendere.

Osservavo i volti dei miei collaboratori.
Li vedevo sempre più scuri, perché spaventati da una crisi mai vista così pensante prima d’ora.

Insomma, era giunto il momento di decidere il da farsi.

Le alternative erano tre:

  1. Licenziare la maggior parte del personale
  2. Ridurre la qualità di ciò che proponevo e di conseguenza anche i prezzi, allineandomi all’offerta cinese
  3. Rivedere la mia strategia e cercare l’elemento che sarebbe stato in grado di distinguermi dalla massa dei concorrenti

L’idea di licenziare anche solo una persona non mi ha mai sfiorato la mente nemmeno per un minuto. Ognuno di loro ha una famiglia e non potevo certo metterli in difficoltà dopo anni di stimata collaborazione.
Quindi la prima ipotesi era stata scartata.

Ridurre la qualità dei prodotti significava venir meno al patto di fiducia con i miei clienti e mettermi allo stesso livello dei “cinesi”. Il cliente viene al primo posto. Mai e poi mai lo avrei sacrificato in nome del profitto.

Rimaneva solo una possibilità: rivedere tutta la strategia e distinguermi dalla massa.

Così fu.
Da quel momento, ho fatto una grande rivoluzione in azienda e, da semplice rivenditore di caldaie e climatizzatori, sono diventato un esperto in termini di risparmio energetico.

Così ho dato vita ad un brand, Energy Check, un sistema che rivoluziona il nostro approccio con la casa, a partire dagli impianti tradizionali di riscaldamento e condizionamento.

Grazie a Energycheck, Climatec è riuscita a scalare la concorrenza e a rispondere ad un preciso bisogno del mercato che fino ad allora nessuno riusciva a soddisfare efficacemente.

La risposta del mercato non si è fatta attendere fino a stimolare un’incredibile passaparola, cosa che ha reso Climatec un’azienda leader nel settore di riferimento e Vito un imprenditore vincente.

Vediamo dunque cosa ha reso Vito Del Giudice un imprenditore di successo:

Tutto è nato dall’aver compreso prima di tutti che molti impianti di riscaldamento domestici venivano controllati con il metodo classico (controllo della caldaia e dei fumi).

Quindi niente di che. Anzi, il cliente veniva lasciato ad un problema ben più che grave, ovvero quello delle micro-perdite di gas non comunemente rilevate dai concorrenti. Queste ultime davano luogo ad una spesa eccessiva in fatto di bolletta energetica, scarsa affidabilità sul profilo della sicurezza e consumi energetici in crescita con il passare degli anni.

Energy Check ha riscosso subito un gran successo perché ha dimostrato di fornire un approccio professionale e completo alla questione energetica.

Tanto per fare un esempio, l’intero controllo della caldaia e degli impianti non dura meno di due ore, tempo necessario, per accertare la sua completa sicurezza, effettuare le dovute regolazioni per migliorare confort e abbattere i consumi energetici.

La sostanza è che, in occasione del controllo della caldaia e dei fumi, Climatec risolve definitivamente un problema che solitamente non viene mai rilevato dai concorrenti.

In più, garantisce standard qualitativi, di comfort, di benessere e di risparmio che non ha eguali nel mercato di riferimento.

Ed è da questo momento che Vito diventa ufficialmente un imprenditore di successo che sbaraglia completamente la concorrenza di Taranto e provincia.

E non è finita qui.

I segreti del successo di Vito Del Giudice vanno oltre il concetto di prodotto perché rispondono ad una precisa strategia di marketing, ovvero quella di rispondere ad un bisogno mai soddisfatto da parte di una certa nicchia di clienti.

Per prima cosa dunque Vito comincia ad operare su una ristretta nicchia di mercato anziché su una imprecisata massa. Poi si concentra su uno specifico target che ha precisi bisogni, desideri, paure, ecc.

Poi, decide di focalizzarsi su un preciso bisogno da soddisfare, elevando la specializzazione del business ed evitando dispersioni in inutili fronzoli.

A completare il quadro vi è l’intercettazione di nuovi livelli di domanda e di clienti con un marketing innovativo e una vera e propria automatizzazione delle vendite che lo mette al riparo da erosioni di margini operativi e da attacchi da parte di concorrenti scellerati, troppo abituati a fare sconti anziché risolvere i problemi dei clienti.

Questa è la storia di Vito Del Giudice, imprenditore di successo.

Se vuoi diventare anche tu imprenditore di successo come lui, affidati all’esclusiva formula vincente Marketing con Garanzia di Risultato che ti permette di bruciare i tuoi concorrenti e diventare leader nel tuo settore!  

Se anche tu vuoi evitare di fare la fine di tanti commercianti che offrono più o meno gli stessi prodotti e servizi e hai deciso di mettere in atto i progetti di una vita senza correre il rischio di affidare le tue idee al vento, allora clicca sul seguente link e scopri come puoi finalmente coronare i tuoi sogni in 12 mesi CON LA GARANZIA DEL RISULTATO ==> https://www.imprenditoridisuccesso.it/

Approfitto per presentarvi i collaboratori che hanno reso possibile tutto ciò:

Seguimi sui social:

Ti potrebbe interessare leggere anche:

Dal latte ai mattoni isolanti: così quest’im... Gli scarti delle lavorazioni dei caseifici diventano risorsa preziosa (anziché andare in discarica) per produrre mattoni in fibra di latte per la Bio-...
Perché questa calzoleria pugliese fa le scarpe all... C'è sempre un motivo per cui c'è qualcuno che ha successo mentre altri chiudono i battenti: non c'entra la posizione, la fortuna o la politica, è ques...
Storia di un’azienda pugliese che ha battuto... Partito dal garage di casa con i soldi che gli ha prestato sua mamma per comprare un computer, oggi il titolare di quest'azienda ha addirittura sconfi...
una lunga storia di famiglia: da piccolo negozio a... assillato dai numeri della crisi, dalla concorrenza sleale, dagli abusivi e dagli attacchi dei Paesi dell'est, quella che era una piccola realtà del s...